Prestiti Cambializzati per Automobili

Quando si deve acquistare un veicolo è possibile che chi acquista non abbia da parte la somma di denaro necessaria per poter completare l’acquisto. In realtà sono pochissime le persone che hanno la possibilità di acquistare un veicolo in contanti, nella maggior parte dei casi si ricorre ad un finanziamento.

Ora, chi richiede un prestito auto, ha diverse possibilità. Si può richiedere un finanziamento presso la propria banca, si può richiedere un finanziamento presso la concessionaria o si può richiedere un prestito cambializzato.

Fino ad una decina di anni fa, sembrerà un po’ strano, ma i prestiti auto con cambiali erano molto utilizzati. Ad oggi i prestiti cambializzati non hanno più la stessa rilevanza che avevano un tempo, anzi la loro richiesta sta andando a poco a poco a scomparire nel tempo.

Nonostante tutto però, c’è ancora chi richiede un prestito cambializzato per l’acquisto della propria automobile. Esistono due metodi attualmente utilizzati:

  1. Tutte le cambiali hanno lo stesso importo;
  2. Tutte le cambiali hanno lo stesso importo ma l’ultima ha un importo molto maggiore.

Nel primo caso si ha un comune prestito con cambiali. Nel secondo caso si ha invece un prestito con cambiali supportato dal cambialone finale.

Il cambialone, giusto per capire cosa sia, è quello che oggi viene chiamato come maxi rata finale. Le prime cambiali hanno un piccolo importo mentre l’ultima ha un importo considerevole che, talvolta, arriva a circa il 30% dell’importo complessivo.

Il cambialone ha la possibilità di essere rifinanziato. Questo significa che, nel caso in cui il cliente non dovesse avere la possibilità di effettuare il pagamento in contanti, questo potrà essere rifinanziato sia come un comune prestito personale (e quindi saldando le rate mensili) sia come un nuovo prestito cambializzato che comporterà il pagamento di nuove cambiali sino all’estinzione completa del debito.

Per maggiori informazioni su tutto quello che riguarda i prestiti cambializzati vi consigliamo la lettura del sito web: http://www.quiprestiticambializzati.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published / Required fields are marked *